Amore & Coppia

Il pensare che il partner sia geloso, ci fa orgogliosi. Ci dà la sensazione di essere importanti per lui e che ci ama – può però anche lasciarci ferite e farci ammalare.

Eva L. Perisch parla dei limiti tra una e una negativa

Relazioni, amicizie e vita di .

In tutte le relazioni, nei rapporti d’amore, nella vita di coppia e anche nelle amicizie esiste un sottile aspetto psicologico che unisce due o più persone di sesso diverso.

Uomini e donne, presentano differenze marcate a livello fisico, ma soprattutto vi sono differenze ancora più profonde per quanto riguarda il “sentire”, il modo di percepire le cose e il modo di affrontarle e risolverle.

Uomini e donne infatti hanno un diverso senso del legame e ciò che per un uomo può essere di poca importanza o marginale per una donna può rappresentare un problema o un disagio insormontabile tale da rendere alcuni legami siano essi affettivi che di amicizia morbosi o invivibili a secondo delle situazioni.

Questo molto spesso genera profonde incomprensioni che possono essere alla base di un rapporto di coppia conflittuale e non appagante, specialmente quando queste differenze danno origine a problemi di comunicazione portando al silenzio e all’isolamento dei partner. Il più delle volte queste problematiche nel dialogo portano a prendere strade sempre più divergenti sino a dare origine a fratture insanabili.

Ad esempio, la donna quando ascolta il proprio compagno o anche un’amica, esprime ciò che pensa dando perlopiù peso al tono della voce, allo sguardo, al significato emotivo delle parole e soprattutto facendo in modo che si possa intuire quello che può esserci tra le righe.

Spesso lo fa istintivamente, comunicando più che un’opinione, uno stato d’animo come se ciò che esprime sia vissuto in prima persona.

L’uomo invece, ha la tendenza ad ascoltare limitandosi a ricevere informazioni, concentrandosi sull’esattezza delle stesse ed analizzandole lucidamente e freddamente accantonando il “tra le righe”. Quando poi esprime la propria opinione fornisce fatti e informazioni nel modo più schematico e raziocinante possibile, e normalmente lo fa quando è sicuro di cosa dire, certo di non commettere alcun errore essenziale nell’esposizione, ma senza in realtà inserire nulla che provenga dal suo intimo e dal suo lato “”.

A questo punto ci si potrebbe chiedere allora chi dei due sbaglia e come arrivare a capire cosa è più importante e da considerare maggiormente.

Nessuno sbaglia, semplicemente si dà un peso diverso a fattori diversi, che per ciascuno sono importanti.

In una di coppia queste differenze comunicative e di sensibilità possono generare piccoli o grandi conflitti, che alla lunga mettono in crisi l’amore che lega le due persone o addirittura, come già detto prima portare ad una crescita personale diversa che allontana in modo definitivo i due partner.

Una piccola parentesi deve invece essere aperta nell’ambito delle amicizie dove queste divergenze invece portano molto spesso ad un confronto che permette di rafforzare due personalità opposte che mettendo a nudo sensibilità diverse permette ai soggetti in questione di ampliare la propria visione e comprendere meglio chi ha di fronte.

Nell’Amore, e più in generale nelle relazioni con l’altro sesso, se non si presta attenzione e non si rispettano queste differenze sforzandosi a volte di capirle, il rischio è quello di non comunicare, ed interpretare quindi costantemente male ciò che l’altra persona desidera farci sapere.

Questo porta come risultato, per altro molto frequente, che durante un litigio entrambe le persone coinvolte siano fermamente convinte di aver ragione e che le proprie opinioni siano la verità assoluta, arrivando addirittura molto spesso a credere che l’altra persona le abbia volutamente offese, trascurate, o abbia mancato loro di rispetto.

L’esempio classico è quello in cui la donna durante una discussione arriva a dire al proprio uomo: “non mi ami più” frase che in realtà significa: “mi sento trascurata e non compresa”.

La risposta dell’uomo il più delle volte è “non è vero”, perché la stessa frase (non mi ami più), nella sua visione dei rapporti, significherebbe che è convinto che lei non provi davvero più nulla per lui e quindi il distacco e il silenzio siano il preludio alla fine di un rapporto.

I rapporti d’amore, la vita di coppia, o anche le semplici relazioni tra uomini e donne, sono pieni di questi errori di pura comunicazione in quanto non è affatto semplice guardare il mondo con gli occhi dell’altro calandosi fino in fondo nei suoi panni, soprattutto quando nessuno ci ha mai spiegato queste sottili ma importantissime differenze.

Allo stesso modo è fondamentale, per riuscire ad instaurare e soprattutto a mantenere un rapporto di coppia veramente soddisfacente, cercare sempre di comprendere l’altro osservando le cose anche dal suo punto di vista, lasciargli il suo spazio e rispettarlo, senza aspettare sempre che sia il partner a fare la prima mossa ma trovando in noi la forza di muoverci per primi anche se a volte costa parecchia fatica e abbiamo magari il timore che il nostro gesto possa venire interpretato nel modo sbagliato.

Ricordate che quando si tratta di sentimenti e di legami affettivi ogni gesto fatto verso l’altra persona non è MAI sbagliato se fatto con il cuore, pensando di dare e dire sempre ciò che desidereremmo ricevere noi stessi!!